Visualizzazione post con etichetta triplo negativo. Mostra tutti i post
Visualizzazione post con etichetta triplo negativo. Mostra tutti i post

Tumore al seno due farmaci e più speranze

Due farmaci insieme da dare alle pazienti con un tumore mammario metastatico specifico (chiamato triplo negativo) per cercare di fermare la proliferazione delle cellule cattive. È lo studio fRida, presentato in occasione della 38.ma edizione del San Antonio Breast Cancer Symposium, in corso negli Stati Uniti: coinvolge 65 centri di 7 paesi tra Europa e Usa tra cui il San Matteo di Pavia. Lo studio clinico si propone di confrontare la combinazione di paclitaxel e reparixin frutto della ricerca Dompé, azienda biofarmaceutica
italiana - rispetto al solo impiego del chemioterapico. «Sappiamo che le cellule staminali del cancro hanno la capacità di rinnovarsi nel tempo, dando luogo a recidive e facilitando l’insorgenza di metastasi», spiega Paolo Pedrazzoli, direttore di Oncologia al S. Matteo di Pavia

Per approfondimenti sul tumore al seno www.senologia.eu
a cura del prof. Massimo Vergine

Merck Serono presenterà nuovi dati sul Cetuximab( per i tumori tripli negativi) al Congresso ESMO

Merck Serono presenterà nuovi dati sul Cetuximab al Congresso ESMO

- Roma, 5 ott -

Merck Serono ha annunciato che saranno presentati nuovi dati provenienti da diversi studi su Cetuximab in una gamma di tumori solidi – inclusi i primi risultati di Fase II nel tumore al seno e alla prostata. Questi risultati saranno presentati al prossimo 35° Congresso della European Society of Medical Oncology (ESMO) che si svolgerà a Milano dall'8 al 12 ottobre 2010. Lo si legge in una nota.

Durante il Congresso ESMO, saranno presentati i risultati di uno studio randomizzato di fase II relativi a Cetuximab nel tumore al seno triplo negativo (TNBC, triple negative breast cancer). IL TNBC non esprime recettori per estrogeno, progesterone o HER 2 e non risponde quindi alla terapia ormonale o anti-HER 2. Nonostante il TNBC possa essere trattato con la chemioterapia, sono frequenti recidive precoci o metastasi. Questi nuovi risultati su Cetuximab sono quindi particolarmente importanti, poiché il TNBC rappresenta una minaccia significativa per le donne colpite da questo tipo di tumore, per le quali esistono pochissime opzioni di trattamento o speranze di cura.

Inoltre, nuovi risultati relativi a Cetuximab nel tumore alla prostata saranno presentati per la prima volta al Congresso ESMO. Secondo gli esperti, rispetto al 2009, si prevede che quest'anno il numero di casi diagnosticati per questa patologia aumenterà del 13%1, a conferma di una chiara e urgente necessità di nuovi trattamenti efficaci.

Oltre a questi dati promettenti di Cetuximab in queste nuove indicazioni, Merck Serono presenterà anche i risultati più recenti dai principali studi su Cetuximab in aree di trattamento già esistenti.
Saranno presentati nuovi risultati dal già noto studio di Fase III CRYSTAL, che ha stabilito l’importanza del biomarcatore KRAS nel tumore metastatico del colon retto. Il modello di terapia personalizzata ha rivoluzionato la gestione dei tumori. Merck Serono ha rappresentato un elemento trainante nei progressi compiuti nell’approccio terapeutico al tumore metastatico del colon retto, grazie agli importanti risultati nei numerosi studi condotti su Cetuximab.

Gli sviluppi recenti nello studio del tumore a cellule squamose della testa e del collo (SCCHN squamous, cell carcinoma of the head and neck) hanno generato un cambiamento di paradigma nel trattamento di questa patologia. I risultati provenienti da due indagini chiave quantificheranno il ruolo di Cetuximab nel trattamento di questa patologia. Oltre ad essere l’unico farmaco per il quale sia stata dimostrata la caratteristica di terapia mirata, Cetuximab - come trattamento in associazione – è uno standard di cura nei pazienti colpiti da patologia localmente avanzata o da patologia metastatica e/o recidivante.



Per approfondimenti sul tumore al seno

www.senologia.eu

“Apprendere tecniche di autoipnosi migliora la qualità della vita dei pazienti con diagnosi di tumore al seno “ . A sostenerlo è un interes...